Wendy Williams afferma di 'non essere d'accordo' con il Financial Guardian

Wendy Williams ha criticato la recente decisione di un giudice di darle un tutore finanziario nominato dal tribunale, in mezzo la sua causa contro Wells Fargo . In una dichiarazione fornita da un avvocato per l'ospite del talk show, il suo team legale ha affermato di non essere d'accordo con la decisione.

“Si prega di notare che Wendy non è d'accordo con la nomina di un tutore finanziario da parte del tribunale. Wendy è stata molto chiara sul fatto che non vuole che un tutore finanziario le dica cosa può e non può fare con i suoi soldi', ha detto il suo avvocato, La'Shawn Thomas, secondo Page Six.

 Wendy Williams, causa
Astrid Stawiarz / Getty Images

Più avanti nella dichiarazione, Thomas suggerisce che Wells Fargo potrebbe aver fatto trapelare il rapporto 'nel tentativo di ridurre la protesta pubblica e il controllo normativo che si sta diffondendo attorno' alla banca.



La causa nasce dai tentativi di Williams di trasferire i suoi soldi in una banca diversa e dal fatto che Wells Fargo gli ha negato. La banca ha affermato di essere stata la 'vittima di indebita influenza e sfruttamento finanziario'.

“Wells Fargo non ha domande e risposte sui miei soldi. Non è giusto. E Lori Schiller e Wells Fargo hanno questa petizione di tutela per tenermi lontano dai miei soldi', ha detto Williams in un video pubblicato sui social media. “Questo non è giusto e questo non è giusto”.

Nel 2020, Wells Fargo ha pagato una multa di 3 miliardi di dollari dopo aver aperto in modo fraudolento milioni di risparmi e conti correnti senza il consenso dei clienti per raggiungere le quote di vendita, secondo The Hollywood Reporter.

Il guardiano lo farà veglia sulle finanze di Williams fino a luglio.


[ attraverso ]