'We Cry Together' di Kendrick Lamar sembra familiare

Kendrick Lamar il nuovo album Mr. Morale e The Big Steppers , è un manifesto in doppio disco quando si parla della vita tipicamente privata dell'artista. Il TDE il rapper, che frequenta raramente i social media e per la maggior parte mantiene un profilo basso e non problematico, usa spesso la sua musica come un modo per fornire ai fan un aggiornamento sul stato della sua mente , mentre in genere si rivolge anche allo stato della cultura e, in qualche modo, si collega perfettamente ai due insieme e fa sottili osservazioni e connessioni alla sua posizione socioeconomica (ea quella dei suoi antenati).

Sebbene questa sia la solita etica di Kendrick, nell'arco dei suoi oltre 10 anni di carriera, non l'ha fatto in modo così magistrale o toccante come fa su Mr. Morale e The Big Steppers , risultando in quello che è sicuramente il suo album più personale fino ad oggi, non solo condividendo storie del proprio passato ma alleggerendo quelle dei suoi parenti, da sua madre a sua zia. Nonostante questi aneddoti, o forse nonostante essi, l'album è anche profondamente legato alla sua cultura e alla sua base di fan, con riflessioni generali su cose come la comunità, i neri e i loro padri, l'ossessione per i social media, il governo, l'amore, religione, vita e morte.

All'inizio, Kendrick ci avverte che è stato in terapia, come afferma in 'United In Grief', 'Sono andato a trovarmi un terapeuta / posso discutere sulle mie teorie e condividerle' - il che è anche più o meno esattamente cosa fa durante le 17 canzoni dell'album che seguono. A quel punto, potremmo essenzialmente sezionare/analizzare/scompattare ogni singola canzone dell'album, poiché ognuna sta influenzando, ognuna ha la propria serie di acrobazie liriche, il proprio messaggio di fondo, le proprie riflessioni pungenti e le proprie rivelazioni uniche. Ciononostante, ci prendiamo il giorno del rilascio per guardare una canzone in particolare, 'We Cry Together', che, per qualsiasi motivo (esamineremo), sembra un po' diversa dalle altre.



Mr. Morale e The Big Steppers , dal punto di vista sonoro, sembra sicuramente una naturale progressione da DANNAZIONE. e TPAB ; stiamo assistendo al ritorno dell'influenza un po' jazz e blues, molta strumentazione dal vivo, con un tocco un po' moderno o addirittura trap su canzoni come 'Silent Hill'. Anche se non abbiamo analizzato tutti i campioni sparsi nel progetto, 'We Cry Together' inizia con la voce di Florence Welch da 'June' di Florence & The Machine. Mentre canticchia per 'tenersi l'un l'altro', il disco si trasforma rapidamente in qualcosa di molto più 'hip-hop', il tipo di ritmo grintoso e carico di pianoforte che sembra leggermente vintage, un ritmo che probabilmente sarebbe a suo agio nel primi anni 2000 tanto quanto oggi. Vale la pena notare che questo è l'unico disco dell'album che include The Alchimista tra i crediti di produzione– e il suo tocco è chiaramente visibile una volta che lo sai (e forse anche prima). Nel frattempo, gli altri due produttori della canzone, J.LBS e Bekon, sono sparsi frequentemente nella tracklist, forse aiutando a legare insieme questa opera.

La sensazione di nostalgia e familiarità inizia allora a livello di beat, e aumenta solo quando Kendrick inizia a rappare, e forse ancora di più quando l'attrice Taylour Paige prende il microfono. Nel disco che precede 'We Cry Together', K. Dot prende in giro, 'smetti di suonare con me prima che ti trasformi in una canzone', e in effetti, sembra fare proprio questo mentre veniamo introdotti nella canzone successiva – una lotta incessante tra una coppia è documentata per essere ascoltata da tutti.

Abbiamo visto i rapper usano la loro licenza poetica parafrasare o inoltrare conversazioni parola per parola con qualcuno in precedenza. Lil Wayne ha dettagliato il suo avanti e indietro con una donna con cui stava flirtando in 'Crying Out For Me', e Drake in seguito corse con l'idea di condividere i suoi imbarazzanti scambi di messaggi di testo con conoscenti femminili, mentre Eminem ha pronunciato una tirata di lettere dal punto di vista della voce di un fan su 'Stan', e Slug dell'atmosfera ha scritto una lettera aperta al suo amante (che si presumeva fosse anche 'hip-hop') su 'Fuck You Lucy'. È eccitante ogni volta che un artista sceglie di farlo, e forse è semplicemente dovuto al livello di abilità necessario per eseguire correttamente questo tipo di concetto di rima, o forse è perché sembra che stiamo origliando un artista, ottenendo informazioni su un altro prospettiva della persona in un modo che sembri fin troppo connesso alla vita reale dell'artista.

Questo, quindi, potrebbe essere il motivo per cui c'è così tanta eccitazione guidata dai fan che circonda 'We Cry Together', come Kendrick Lamar e Taylour Paige offrono una lotta estremamente succosa da ascoltare. Inoltre, alcuni Genio gli utenti affermano al di là di questa lotta a livello di superficie, che Kendrick sta effettivamente discutendo con 'hip-hop', simile al modo in cui Atmosfera ha fatto nel già citato 'Fuck You Lucy'. Anche se non è chiaro se Kendrick abbia mai citato Atmosphere come un'influenza, e potrebbe essere semplicemente una coincidenza, si presta comunque a un forte confronto.

Mentre il disco va avanti, l'aggravamento e la contesa tra le due voci continuano a crescere, e le allusioni al fatto che K. Dot potrebbe parlare con 'hip-hop' sono in attesa di interpretazione, ma anche quando si verifica, Kendrick si assicura di buttarci sopra un po' di salsa per portarci fuori rotta o farci dubitare di noi stessi. Mentre spiega che 'le donne in generale non riescono ad andare d'accordo', si chiede: 'Perché le femmine R&B non compaiono l'una sull'altra nelle canzoni?', prima che il suo partner risponda apparentemente confuso: 'Ma che cazzo stai parlando? incontro?' 'Non importa, cagna, sto uscendo', risponde, riportandoci rapidamente alla modalità di combattimento di coppia, 'Qualunque cosa, negro, ora sono fuori di te.'

L'idea di disegnare questo tipo di metafora complicata o prolissa è qualcosa che Slug of Atmosphere ha fatto magistralmente, in un modo che non molti altri MC possono (ma ovviamente Kendrick). Allo stesso modo, la scrittura di Slug era spesso molto personale e molto ampia, nel senso che condivideva aneddoti sul suo passato e toccava anche problemi della comunità o mali della società in un modo che Kendrick ora sostiene.

Al di là delle sottigliezze che sembrano risalire al periodo d'oro di Atmosphere, c'è un'altra influenza che sembra permeare 'We Cry Together' in un modo più evidente e ovvio: Eminem.

Lo stesso Kendrick ha fatto riferimento a Eminem come un'influenza in passato, tuttavia, di solito non è così palese. Dov'è Kendrick Lil Wayne influenza manifestata in un intero progetto, l'influenza di Eminem è forse più così relegata all'abilità tecnica di Kendrick e al desiderio di spingere i confini dei testi. In vista del rilascio di bravo ragazzo, m.A.A.d città , Kendrick disse con certezza, 'Em ha decisamente influenzato molto il mio stile', prima di definire il rapper un 'genio'. Diversi anni dopo, in seguito al rilascio di DANNAZIONE. , Kendrick rivelato nello specifico che “ L'LP Marshall Mathers ha cambiato la mia vita.'

L'LP Marshall Mathers è una delle opere seminali di Eminem e contiene la canzone d'amore violenta e squilibrata che è 'Kim'. Il disco inizia inconsapevolmente come 'We Cry Together' e in modo simile anche con 'Lucy Ford': infatti, tutti e tre i dischi condividono somiglianze nei loro ritmi carichi di pianoforte e nella loro rabbia crescente man mano che la canzone va avanti. Laddove Kendrick ha ingaggiato un'attrice per interpretare il ruolo di fronte a lui, Eminem lo ha fatto lui stesso, offrendo una voce stridente di ottave nei panni di Kim. Tuttavia, Eminem ci offre anche una prospettiva minore dalla parte di Kim (se presente), concentrandosi maggiormente sulla propria angoscia e dolore mentre minaccia la sua partner per tutta la canzone, solo per finire per ucciderla e vederla morire dissanguata.

Sebbene sia una conclusione molto più brutale del disco di Kendrick, la sensazione di familiarità è certamente ancora presente. E va oltre il livello concettuale, è anche a livello tecnico, con Taylour Paige che utilizza effettivamente il flusso di Eminem in gran parte della sua parte: 'Sprecare il mio tempo e le mie energie cercando di essere buono con te / Amici perduti, famiglia, guadagnato più nemici ' per colpa tua / Puttane che mi fissano a Zara, zappe che graffiano le mie macchine / Avrei dovuto seguire la mia mente nel 2009 e mi sono appena trasferita in Georgia”, fa rima con una giovane Eminem piegata alla sua cadenza.

'We Cry Together' e 'Kim' sono entrambe canzoni d'amore spezzate nel loro nucleo, e questo rimane vero indipendentemente dal fatto che Kendrick stia rappando 'hip-hop' o un'amante femminile. Anche se il contenuto in esso è diverso – e non ci aspetteremmo niente di meno da uno scrittore magistrale come Kendrick – è l'approccio generale: i versi urlanti e colloquiali, la passione, l'agonia e la sensazione agghiacciante.