Un giudice ha approvato una causa per il massacro di Tulsa per andare avanti

Per Complesso, un giudice dell'Oklahoma ha stabilito che una causa in cerca di riparazioni per il Massacro della corsa di Tulsa può andare avanti.

Sulla base di un rapporto dell'Associated Press, il giudice del tribunale distrettuale della contea di Tulsa, Caroline Wall, si è pronunciata contro una mozione per archiviare la causa lunedì (2 maggio) - i tre sopravvissuti al massacro rimanenti erano presenti in aula. L'avvocato Damario Solomon-Simmons riconosce l'importanza di garantire la giustizia mentre i tre sopravvissuti sono vivi. Viola Fletcher, 107, Lessie Benningfield Randle, 107, e Huges Van Ellis, 101 sono gli ultimi sopravvissuti.

'Ho visto morire così tanti sopravvissuti nei miei oltre 20 anni di lavoro su questo problema', ha detto Solomon-Simmons. 'Semplicemente non voglio vedere gli ultimi tre morire senza giustizia.'



Solomon-Simmons ha portato gli avvocati a intentare causa nel settembre 2020, notando gli effetti di lunga durata dell'attacco del 1921. La causa è stata intentata ai sensi della legge sul disturbo pubblico dell'Oklahoma e ha chiamato la città di Tulsa, lo sceriffo della contea di Tulsa, la Commissione per la pianificazione dell'area metropolitana di Tulsa e altro ancora. Si stima che circa 300 residenti neri di Tulsa furono uccisi durante l'attacco terroristico del 1921. Il massacro ha visto anche violente folle bianche distruggere aziende e case nell'area di Greenwood a Black Wall Street.

Non si sa cosa accadrà dopo con la causa in questo momento, ma secondo un rapporto di Reuter, la causa 'cerca risarcimenti finanziari e di altro tipo', inclusa un'esenzione fiscale di 99 anni per i discendenti delle vittime. Un rapporto della KJRH-TV ha osservato che solo una parte della tuta andrà avanti. Solomon-Simmons deve ancora commentare ulteriormente.

[ attraverso ]