T-Pain risponde al potenziale contraccolpo per i suoi commenti sul mese della storia nera

T-dolore ha preso una posizione ferma sul Black History Month , citando la sua tendenza a ruotare attorno alla negatività che la comunità nera ha dovuto affrontare invece di concentrarsi sul progresso. Ha parlato del fatto che i continui promemoria del trauma possono essere usati come strumento per creare più o meno lo stesso, e non è in linea con le sue opinioni su come dovrebbe essere il futuro nero. Altri membri lungimiranti della comunità nera hanno espresso le stesse nozioni, anche se forse un po' meno laconiche e di facile comprensione.


Araya Doheny/Getty Images

Naturalmente, però, con le nuove idee arrivano contraccolpi e incomprensioni. Molte persone si sono rivolte a Twitter per attaccare le opinioni di T-Pain sul Black History Month stesso, come se affermasse che i neri non dovrebbero mai parlare della storia dei neri. Contrariamente a ciò, T-Pain ha dichiarato: 'Vogliamo far parte della storia, non solo per un mese'. Nonostante questa posizione espansiva e progressista, le persone avevano ancora cose da dire:






Sebbene gran parte del contraccolpo non sia decollato nel senso di retweet e Mi piace, le risposte con la stessa serie di opinioni sono arrivate in massa. Molti hanno citato le affermazioni come ignoranti, male informate e prive di istruzione.

T-dolore si sente come se le persone vedessero il suo punto in modo errato e la loro rabbia fosse indirizzata male:


Altri artisti, vale a dire Ye (precedentemente noto come Kanye West ), avere suggerito vedendo febbraio come il mese del futuro nero invece e concentrandoci sullo spingere la nostra comunità a livelli più alti.

Come ti senti riguardo a questi sviluppi? Condividi i tuoi pensieri di seguito.