Perché Nicki Minaj è uno dei più grandi di tutti i tempi

Dì a quella puttana con la corona di farla funzionare così Chris Brown
Ha vinto tre round, ne ho bisogno di cento tu'
Come Chinatown, le femmine farebbero meglio a inchinarsi
Oh, non lo sai? Scommetto che tutte le puttane lo sanno ora
— Nicki Minaj 'Denaro sporco (stile libero)' (2007)

Quasi tre decenni dopo che Mattel, Inc. ha debuttato con la prima Black Barbie ufficiale, la comunità hip-hop è stata formalmente presentata a un giovane rapper di talento di Trinidad che sarebbe diventato una delle Barbie nere più importanti di tutti i tempi. Sulla copertina del suo mixtape del 2007 Il tempo di gioco è finito , l'aspirante artista ha assunto una posa da bambola da dietro il velo di plastica di una scatola di bambole rosa, e mentre quella grafica accattivante ha aiutato ad attirare fan curiosi, sono state le sue barre carismatiche e voraci che hanno fatto riconoscere al rap 24 anni- la vecchia Onika Tanya Maraj nel ruolo del sensazionale Nicki Minaj.

Nei quindici anni che sono trascorsi da allora Il tempo di gioco è finito , Nicki ha rilasciato due mixtape aggiuntivi e quattro monumentali album in studio, e con ogni pubblicazione, la sua pretesa per il titolo di Regina del Rap è diventata costantemente più forte. Ma durante tutta la sua carriera, l'ascesa di Nicki Minaj è stata costantemente sminuita da critiche eccessive, risposte negative alla sua vita personale e una quantità incessante di odio sia da parte dell'industria del rap che dei fan schizzinosi del rap. Eppure, anche come una delle figure più polarizzanti dell'hip-hop, Nicki rimane un'artista la cui corsa rivoluzionaria negli anni 2010 ha cambiato per sempre il rap femminile e l'hip-hop del tutto. Non è solo una delle rapper femminili di maggior impatto che sia mai saltata su un ritmo, è anche una delle più grandi rapper di tutti i tempi.



Ecco perché.

  Nicki Minaj partecipa ai BET Hip Hop Awards'09 at the Boisfeuillet Jones Atlanta Civic Center on October 10, 2009 in Atlanta, Georgia.
Johnny Nunez/WireImage/Getty Images

Molto prima dell'afflusso di donne nell'hip-hop durante l'ultimo tratto degli anni 2010, Nicki Minaj ha dovuto navigare in una scena rap che, piuttosto che nell'industria odierna più orientata al maschile, era praticamente priva di donne commercialmente valide. Dopo l'ultimo album in studio di Missy Elliott — Il Ricettario è stato rilasciato nel 2005, c'è stata una siccità di quattro anni quando nessun album pubblicato da rapper donne si è avvicinato nemmeno al crack dei primi 10 album hip-hop più venduti dell'anno. Nas aveva profetizzato che l'hip-hop era morto nel 2006, ma semmai era la sottosezione femminile dell'hip-hop che aveva perso il polso. In sostanza, l'obiettivo di Nicki Minaj di diventare un'artista di successo le richiedeva anche di rinvigorire il rap femminile nel processo.

Dal 2007 al 2009, ha lavorato per fare proprio questo nella scena underground con lei Il tempo di gioco è finito , Sucka libero , e Trasmettimi Scotty mixtape, e durante quel periodo, Nicki Minaj ha anche guadagnato notorietà come membro integrante dell'iconico elenco di Young Money Entertainment di Lil Wayne. In arrivo insieme ad altri futuri giganti del settore come Drake e Tyga, la Barbie Harajuku si è distinta facilmente come una delle migliori paroliere di Young Money e le sue caratteristiche di alto profilo sul Siamo soldi giovani i tagli 'Roger That' e 'Bedrock' l'hanno rapidamente resa uno degli artisti emergenti più eccitanti da guardare all'inizio del decennio. Eppure, con tutto ciò che aveva realizzato in quei tre anni, la corsa di Nicki Minaj nel 2010 è ciò che ha messo lei e il rap femminile in prima linea nell'hip-hop.

Tutte le ragazze loderanno finché capiranno
Che sto combattendo per le ragazze che non avrebbero mai pensato di poter vincere
Perché prima che potessero iniziare, hai detto loro che era la fine
Ma sono qui per invertire la maledizione in cui vivono
— Nicki Minaj 'Sono il migliore' (2010)

Proprio come il 2020 è stato venerato da molti fan, critici e media come l'anno del rapper femminile, il 2010 è stato probabilmente l'anno di Nicki Minaj. Mentre l'anno sarebbe culminato con l'uscita del suo classico – sì, classico – album di debutto, la presenza di Nicki si è fatta sentire pesantemente durante tutto l'anno grazie a una raffica di straordinari personaggi ospiti. Solo nel 2010, l'erede di Young Money è apparsa Usciere 'Lil Freak', 'Knockout' di Lil Wayne, 'Bottoms Up' di Trey Songz, 'Woohoo' di Christina Aguilera, 'All I Do Is Win (Remix)' di DJ Khaled, 'Hello Good Morning' di Diddy - Dirty Money (Remix),' 'My Chick Bad' di Ludacris, Trina 'Dang A Lang', 'Hold Yuh (Remix)' di Gyptian e 'Up All Night' di Drake, tra molte altre tracce. Così, quando è arrivato il momento di lanciare il suo tanto atteso debutto, Nicki era già diventata una forza formidabile e influente all'interno dell'industria musicale.

Eppure, anche dopo aver costruito un fedele esercito di fan - famigerati come i Barbz - che hanno oscillato religiosamente collane di Barbie, indossato parrucche rosa e sfoggiato la frangia, Nicki Minaj è riuscita comunque a elevarsi ancora di più nell'ultimo trimestre del 2010. Venerdì Rosa incombeva all'orizzonte, Nicki ha dato una delle sue prime esibizioni che hanno definito la carriera in quella di Kanye West La mia bella fantasia oscura e contorta singolo 'Monster', e non si può sopravvalutare quanto la sua ormai iconica strofa da ospite abbia risuonato con la comunità hip-hop. Se non eri un fan di Nicki Minaj prima di sentire 'Monster', lo eri sicuramente dopo. L'incredibile clamore che Nicki aveva raccolto da quel lungometraggio di alto profilo l'ha portata direttamente all'uscita del suo album di debutto, e una volta che è stato finalmente pubblicato - lo stesso giorno della già citata opera magnum di Ye, per la cronaca - Nicki Minaj era ufficialmente arrivata .

Sebbene alcuni fan dell'hip-hop non fossero entusiasti delle prime incursioni di Nicki nel pop, Venerdì Rosa era un disco sapientemente assemblato che mostrava la gamma emotiva, le capacità liriche e la propensione per il successo della femcee di Young Money. Ricco di film come ospiti di Eminem, Kanye West, Drake e Rihanna e ricco di dischi indimenticabili come 'Roman's Revenge', 'Moment For Life', 'Fly', 'Right Thru Me', 'Your Love' e 'Did It On'em', il successo di debutto di Nicki Minaj su tutti i cilindri, e dodici anni dopo la sua uscita, Venerdì Rosa continua ad invecchiare eccezionalmente bene. Con 375.000 copie vendute nella prima settimana, l'album ha debuttato al numero 2 della Billboard 200 sotto MBDTF , e circa un mese dopo essere stato certificato disco di platino dalla RIAA, Venerdì Rosa ha raggiunto il numero 1 nella classifica degli album di Billboard il 19 febbraio 2011. Eppure forse l'aspetto più impressionante dell'album di debutto di Nicki Minaj è che ha creato con successo un disco classico che era impenitentemente femminile. In contrasto con la sua produzione di mixtape, Venerdì Rosa non è stato 'bilanciato' con tagli adatti a un pubblico maschile e, se non altro, ha persino ampliato l'idea di ciò che un album rap femminile può racchiudere. Venerdì Rosa era una testimonianza della validità dei talenti di Nicki Minaj e del punto di vista della donna nell'hip-hop, ed è per questo che appartiene ai ranghi di Lauryn Hill's La cattiva educazione di Lauryn Hill e quello di Lil' Kim Hardcore come uno degli album rap femminili più importanti di tutti i tempi.

Si può scrivere un intero libro sul funzionamento interno, così come sull'eredità duratura, di Venerdì Rosa , ma ciò che rende Nicki Minaj una figura hip-hop così leggendaria è che il suo successo non si è fermato qui.

  Il cantante Nicki Minaj arriva agli MTV Movie Awards 2014 al Nokia Theatre di Los Angeles dal vivo il 13 aprile 2014 a Los Angeles, California.
J su Kopaloff/FilmMagic/Getty Images

Perché queste puttane non imparano mai?
Voi puttane non otterrete mai quello che sto guadagnando (Uh)
Sto ancora ricevendo targhe, dai miei dischi che è urbano
Non devo fare affidamento sui primi 40, sono una leggenda del rap
Basta andare a chiedere ai Kings of Rap, chi è la regina e cose del genere
Natura? Guarda il mio dito, quello è un ghiacciaio, colpisce come un laser
— Nicki Minaj 'Sentirmi' (2014)

Nel decennio che seguì il triplo platino Venerdì Rosa , Nicki Minaj ha rivendicato la sua fama di regina del rap arricchendo la sua discografia con tre album in studio successivi — Pink Friday: Roman Reloaded nel 2012, L'impronta rosa nel 2014, e Regina nel 2018 – e offrendo innumerevoli momenti classici dentro e fuori la cera, e mentre la nostalgia e il fandom possono sicuramente ostacolare la percezione di un artista, i numeri della regina riflettono sicuramente il suo dominio negli anni 2010.

Proprio come Venerdì Rosa , tutti gli album in studio di Nicki Minaj hanno raggiunto il picco tra i primi due posti della Billboard 200 e, a partire da marzo 2022, sono stati certificati platino o superiore dalla RIAA, con Pink Friday: Roman Reloaded e L'impronta rosa entrambi superano la soglia del doppio platino. Tuttavia, i successi commerciali di Nicki non finiscono qui. A 39 anni, ha già ottenuto 23 singoli certificati platino, 14 singoli certificati oro e un singolo sempre sfuggente certificato diamante, grazie al Pink Friday Deluxe bonus track 'Super Bass' nel 2010. Come ci ha ricordato su piste come lei Regina ha tagliato 'Sir', 'Realize' di 2 Chainz e il suo stile libero del 2019 su 'Going Bad' di Meek Mill e Drake, Nicki Minaj ha anche battuto il record precedentemente detenuto da Aretha Franklin come artista donna con il maggior numero di voci di Billboard Hot 100 di tutti i tempi per oltre tre anni interi, e sebbene Taylor Swift abbia finito per battere il record di Nicki nel 2021, l'artista 'Do We Have A Problem' rimane saldamente consolidato come uno dei 10 artisti (di qualsiasi genere) con il maggior numero di Hot 100 voci. Nicki attualmente ne vanta 121, che probabilmente aumenteranno presto a 122 dopo la sua nuova uscita Singolo 'Blick Blick' con Coi Leray – voci fino ad oggi e, sorprendentemente, questa è solo la punta dell'iceberg quando si tratta della sua ricchezza di record del settore.

Tuttavia, piuttosto che continuare a esporre gli ampi posizionamenti nelle classifiche di Nicki Minaj e vari riconoscimenti commerciali, è anche imperativo che anche il suo impatto culturale sia riconosciuto. Dall'essere una delle pupille di maggior successo commerciale e critico di Lil Wayne al collaborare con BeyonceÌ in più occasioni per creare successi crossover e R&B femminili senza tempo, molti dei successi di Nicki non possono essere quantificati. Invece, gran parte di ciò che rende Nicki così eccezionale è semplicemente sentito dai suoi fan e dall'industria musicale in generale. Sia il suo marchio distinto di rap che la sua dedizione per tutta la carriera a sottolineare l'importanza delle donne che scrivono i propri bar hanno influenzato un'intera generazione di femcees dal forte impatto, da Latto e Gatto Doia a KenTheMan e Baby Tate. Inoltre, la sua decisione polarizzante di diventare un genere fluido così presto nella sua carriera si è manifestata come la norma non solo per il rap femminile, ma per il rap commercialmente valido in tutti i sessi.

Tuttavia, la cosa più sorprendente e potente dell'impatto di Nicki sull'hip-hop è la sua presenza e, a volte, la sua mancanza. Che si tratti di un freestyle inaspettato o di una corsa da ospite, di fare una rara intervista o di esprimere la sua opinione in un selvaggio sfogo su Twitter, la presenza di Nicki Minaj, che sia sonora, digitale o visiva, è assolutamente affascinante e quando è in pausa , lo puoi dire. Nonostante il gradito contributo delle donne piace Cardi B , Megan te stallone , Ragazze di città e Gatto Doia negli ultimi anni, il rap femminile si sente ancora incompleto senza la presenza e la produzione di Nicki Minaj, e questo da solo illustra quanto sia importante per l'hip-hop, come genere e come cultura.

  Il rapper Nicki Minaj è stato visto lasciare la sfilata Marc Jacobs Autunno 2020 durante la settimana della moda di New York il 12 febbraio 2020 a New York City.
Gilbert Carrasquillo/GC Images/Getty Images

Nessuna puttana potrebbe essere il mio opp, quella merda mi offende
Sono i giganti aziendali e le macchine che sono andati contro di me
Lavo le femmine, amico, non potevano nemmeno sciacquarmi
Ha detto che era sexy, io ho detto: 'Beh, cagna, vieni a convincermi'
Non c'è la C in verde, ma vedo il verde
Anche con quei sedili a terra, non potevano vedere la squadra
Il K-I-N-G, il G.O.A.T., più me, la Regina
Mando colpi, li rimando indietro o fuggo dalla scena
— Nicki Minaj 'Vedere il verde' (2022)

Grazie alla sua rivitalizzazione del rap femminile, dei successi commerciali, dell'impatto culturale e della produzione artistica unica, Nicki Minaj ha lasciato un'eredità a cui la maggior parte degli artisti emergenti può solo sognare di avvicinarsi, un'impresa incredibile considerando che non l'ha nemmeno pubblicata quinto album ancora. I suoi contributi allo sport e all'evoluzione dell'Hip-Hop nell'ultimo decennio sono stati inestimabili e, di conseguenza, quella donna giovane e ambiziosa che un tempo si atteggiava a Barbie per la copertina del suo mixtape di debutto alla fine è riuscita a consolidarsi come la Regina del rap e uno dei più grandi artisti hip-hop di tutti i tempi.

Le impronte digitali di Nicki Minaj - o meglio ancora, le sue impronte rosa - sono su tutti i libri di storia dell'hip-hop e non c'è niente che possa mai cancellarle.