Norman Powell chiamato 'non americano' dalla signora razzista in palestra: guarda

Norman Powell ha suonato per i Los Angeles Clippers negli ultimi tempi e durante la bassa stagione è andato un bel po' in palestra. Purtroppo la palestra non è sempre stata il luogo più tranquillo per lui. Proprio di recente, Powell è stato su Instagram in diretta dove ha informato i suoi follower di una situazione in corso nella palestra di Sin City.

Come spiega Powell, una donna è entrata in palestra in modo frenetico, dicendo a tutti che aveva litigato. Alla fine, è tornata e ha iniziato a diventare decisamente razzista con Powell e altri ginnasti, dicendo loro che non erano americani e che avrebbero dovuto tornare tutti da dove venivano.

 Norman Powell



Ronald Martinez/Getty Images

'È venuta qui la prima volta e diceva di aver litigato', ha spiegato Powell. 'Le abbiamo detto di lasciare fuori il retro. Se n'è andata, è stata via per circa 15, 20 minuti, è tornata, restando in palestra chiamandoci antiamericani, dicendo che dovevamo tornare indietro, chiamandoci p***y , un sacco di merda.' Più tardi, Powell ha parlato con la polizia di quello che è successo, dicendo: 'Stavamo cercando di convincerla ad andarsene e poi stava cercando di togliersi i pantaloni e fare una cazzata o pisciare sul pavimento. Ed è allora che l'abbiamo tirata fuori tipo, non possiamo averlo'.

Come riportato da TMZ, la donna è stata infine arrestata e portata via. Powell è rimasto molto scioccato dall'intero calvario, anche se è positivo che le cose si siano attenuate prima che peggiorassero. Nonostante tutto ciò, la donna ha continuato a essere una seccatura mentre prendeva in giro Powell e gli altri dicendo 'Non riesco a respirare' mentre veniva arrestata.

[ attraverso ]