Muta Yamak, campione di pugilato imbattuto, muore sul ring

Il pugile professionista imbattuto Muta Yamak è tragicamente morto per un attacco di cuore sul ring durante la sua ultima partita sabato in Germania. Yamak stava entrando nel terzo round del suo incontro contro Hamza Wandera quando è inciampato ed è crollato sulla tela dopo aver lasciato il suo angolo. I medici e gli istruttori dell'anello si precipitarono in suo aiuto e tentarono senza successo di rianimare il combattente, tuttavia, Yamak fu trasportato in un ospedale di Monaco, dove in seguito morì.

Il 38enne combattente dei pesi massimi leggeri era un combattente promettente, entrando in questo incontro con un impressionante record di 8-0, tutto per KO. Yamak ha guadagnato popolarità in questo sport quando ha vinto il titolo internazionale WBF vacante nel 2021.

Secondo la polizia, dozzine di fan all'evento non hanno collaborato con i soccorritori, impedendo loro di entrare nell'arena e portare Yamak in ospedale rapidamente. I fan hanno circondato il palco mentre i medici del ring lavoravano per rianimare il pugile e hanno persino affollato i paramedici che tentavano di rimuovere Yamak dall'arena. La polizia di Monaco è stata costretta a inviare diverse pattuglie nell'arena nel tentativo di calmare l'escalation della situazione.



La polizia dice che Yamak è stato colpito con un colpo brutale alla fine del secondo round, una possibile causa del suo infarto. Il precedente incontro del combattente tedesco di origine turca è stato nel novembre 2021, dove ha eliminato il pugile bielorusso Siarhei 'the Surgeon' Huliakevich vincendo il campionato internazionale dei pesi massimi leggeri WBF.

Questa è la seconda morte segnalata su un ring di pugilato quest'anno. Il pugile indonesiano Hero Tito è caduto in coma e in seguito è morto a causa delle ferite riportate in una partita a febbraio.

[attraverso]