Manny Pacquiao concede la corsa presidenziale delle Filippine in mezzo a un enorme scoppio

Nel corso degli ultimi anni, Manny Pacquiao ha dedicato il suo tempo alla politica nella sua nativa Filippine. Il pugile era un membro del senato e, proprio l'anno scorso, ha deciso di correre contro Ferdinand Marcos Jr per la presidenza delle Filippine . All'epoca, Pacquiao disse di voler combattere la corruzione e di voler aiutare anche i poveri del Paese.

Sfortunatamente per Pacquiao, la sua campagna presidenziale non è andata così bene. Il leggendario pugile è stato in grado di raccogliere solo poco meno di 4 milioni di voti, mentre Marcos ha finito per segnare oltre 31 milioni di voti. Lo scoppio è stato così grave che Pacquiao ha deciso di concedere la sconfitta.

 Manny Pacquiao



Ethan Miller/Getty Images

'So come accettare la sconfitta', ha detto Pacquiao. 'Ma spero che anche se ho perso questa gara, i miei connazionali, soprattutto i poveri, vincano ancora in questo scenario'. Il pugile sta prendendo la strada maestra augurando ogni bene alla nuova amministrazione. Capisce che questo è molto più grande di lui e che qui c'è una bravura maggiore.

Per ora, sembra che Pacquiao rimarrà in politica per il prossimo futuro. Ha ancora la capacità di aiutare molte persone, e ora che ha finito di boxe, ha una vera missione di cui occuparsi.

 Manny Pacquiao

Ezra Acayan/Getty Images

[ attraverso ]