Joel Embiid spiega come Ben Simmons lo fece guardare allo specchio

Joel Embiid e Ben Simmons chiaramente non si piacevano verso la fine della loro relazione a Filadelfia. Alla fine della giornata, sembrava che Simmons stesse rinunciando alla sua squadra, e a Embiid non piaceva per niente. Detto questo, i due hanno litigato e una volta che Simmons è partito per Brooklyn, Embiid iniziò a sembrare molto più felice.

In questo momento, Embiid è preso in considerazione per l'MVP della lega e sembra molto più affamato di quanto non lo sia mai stato. Parlando con Melissa Rohlin di Fox Sports, Embiid ha notato che la situazione di Simmons lo faceva guardare allo specchio. Lo ha costretto a voler essere il miglior giocatore possibile perché sapeva che era l'unico modo in cui Philly poteva rimanere a galla. Inutile dire che Simmons ha svegliato qualcosa dentro Joel.

 Gioele Embiid



Tim Nwachukwu / Getty Images

Per Fox Sports:

'Quando è diventato chiaro che la spirale di Ben Simmons era irreversibile e che non avrebbe mai giocato un'altra partita per i Philadelphia 76ers, Embiid si è guardato allo specchio a lungo.

'Mi sentivo solo, cosa stiamo aspettando?' Embiid ha detto a FOX Sports. “Ovviamente, quello è un grosso buco che ci mancava. Ma vengo pagato per consegnare. Non importa chi sta giocando o meno. Se non consegno in campo, i fan diventeranno matti. Il front office, non saranno felici. Quindi non importa in quale situazione mi trovo: devo comunque andare là fuori e consegnare. L'ho solo guardato come se dovessi solo andare là fuori e farlo davvero e dimostrarlo.''

Ora, i Sixers sembrano una squadra che potrebbe intaccare seriamente la Eastern Conference. È una conferenza a tutto campo in questo momento, e se Embiid continua sul suo ritmo da MVP, allora i Sixers potrebbero benissimo fare un sacco di rumore.

 Gioele Embiid

Tim Nwachukwu / Getty Images

[ attraverso ]