Draymond Green risponde a Chris Russo

Solo pochi giorni fa, Chris Russo ha proseguito Primo Take dove ha avuto alcune parole molto dure per artisti del calibro di Draymond Green. Russo ha detto che l'America era stanca di Green e che aveva bisogno di stare zitto e giocare. JJ Redick ha subito contestato questi commenti e ha detto che Russo stava promuovendo la retorica che è tipicamente riservata agli analisti di reti come Fox.

Come puoi immaginare, questo ha portato a un momento molto virale nello show e, da allora, molti hanno discusso le connotazioni razziali di ciò che Russo stava dicendo. In effetti, Green ora ha pesato sui commenti con una sua versione. Come spiega in basso, gli è stato offerto il ruolo di Russo Primo Take il che è un segno che l'America, in effetti, non è stanca di lui. Ha anche affrontato le connotazioni razziali, osservando che i giorni di 'chiuso e palleggio' sono ufficialmente finiti.

 Draymond Green



Justin Ford/Getty Images

'Ieri, lui [Russo] va in TV e dice 'L'America è stanca di Draymond Green'. Poi dice 'stai zitto e gioca'', ha detto Green. “Non sono uno che tira fuori una carta da gara molto spesso perché penso che tutti conosciamo il ruolo che la razza gioca nel mondo in cui viviamo, ma questo aveva sicuramente una connotazione razzista. [...] 'Non ti sarà più permesso sederti lì e dire quello che vuoi, non ti sarà più permesso di mettere fuori queste false narrazioni, non ti sarà più permesso di non sapere di cosa stai parlando e ti ascolteremo. Quei giorni sono lontani. Tu sai perché? Perché abbiamo ragazzi come JJ Redick che l'ha fatto, che lo parla, che sa come parlare su qualsiasi argomento diverso, che non ha paura di far tacere un idiota'.


L'NBA è una sorta di confraternita, quindi è bello vedere giocatori come Redick venire in difesa di Green. Detto questo, è abbastanza chiaro che Green non ha esattamente bisogno di essere difesa. L'uomo sa come badare a se stesso e continuerà a parlare chiaro, indipendentemente da ciò che Russo ha da dire.