Bruce Arians dice che non si pente di aver firmato Antonio Brown, gli augura ogni bene

Il capo allenatore dei Tampa Bay Buccaneers Bruce Arians ha discusso del tempo trascorso da Antonio Brown con l'organizzazione lunedì e dice che non ha rimpianti per aver firmato l'ex Pro Bowler. Marrone era abbandonato dalla squadra domenica dopo essere uscito dal campo durante la vittoria per 28-24 dei Bucs sui New York Jets.

'Non ho rimpianti. Spero solo il meglio per lui', ha detto Arians lunedì.

 Bruce Ariani, Bucs, AB
Rey Del Rio / Getty Images

Ha aggiunto che è stato difficile per lui assistere al tracollo di Brown a bordo campo.



'È stato molto difficile', ha ammesso Ariani. 'Gli auguro ogni bene. Se ha bisogno di aiuto, spero che ne riceva un po'. È molto difficile. Perché ci tengo a lui'.

Ad Arias è stato anche chiesto se Brown stesse giocando a causa di un infortunio, come affermato in un rapporto di NFL Network.

'Non so che fosse [ferito]', ha detto Arians, aggiungendo che Brown non ne ha mai parlato.

'È abbastanza ovvio cosa è successo. Ha lasciato il campo e basta', ha aggiunto Arians. 'Abbiamo avuto una conversazione e lui ha lasciato il campo'.

Dopo essersi tolto la maglia ed essere entrato negli spogliatoi, Brown è stato rapidamente eliminato dalla squadra. Più tardi quella notte, sembrava pronto a spostare la sua attenzione sulla musica pubblicando un nuovo singolo .

[ attraverso ]